Controllo solare e privacy ambienti? Usa le lamiere stirate e forate

0
Controllo solare e privacy ambienti? Usa le lamiere stirate e forate

Il grande successo di nuovi parametri in architettura è sopratutto da far risalire all’utilizzo di materiali di ultima concezione per rinnovare una casa o per costruirne sempre di migliori, più sicure ed al prezzo più conveniente.

In quest’ottica è utile collocare lo specifico utilizzo di materiali come le lamiere stirate e le lamiere forate. Le due strutture sono specifiche in architettura per utilizzi diverse e si differenziano proprio a partire dal processo di produzione delle stesse.

In generale è possibile definire come lamiera forata quel foglio di metallo, di uno spessore variabile, che viene trattato attraverso un processo industriale per raggiungere la sua forma definitiva attraverso l’applicazione di una serie di fori equidistanti di differenti forme e misure, secondo le necessità di chi ne decreta l’utilizzo finale.

La differenza tra lamiere stirate e lamiere forate risiede in parte del processo di lavorazione, in quanto le prime, una volta tagliate secondo la misura desiderata, subiscono un’ulteriore lavorazione nel taglio del coil che produce varie fessurazioni che, in uno stadio successivo, vengono modificate attraverso un processo conosciuto, appunto, come “stiratura”, un modo che conferisce al foglio lavorato il tipico aspetto caratterizzato da disegni romboidali nella fessurazione.

I diversi utilizzi delle lamiere forate e stirate

Prodotti come le lamiere forate e quelle stirate possono essere impiegati per diversi ambienti e con funzioni completamente diverse. Generalmente questo tipo di prodotti vengono utilizzati per la creazione di pannelli in grado di funzionare da divisori degli ambienti della propria casa, ma ultimamente hanno trovato efficace impiego anche nella produzione di recinzioni in grado di delimitare i terreno o di migliorare la condizione di privacy della propria abitazione.

A questo riguardo la lavorazione durante il processo di produzione è fondamentale (scopri di più sulle modalità di lavorazione delle lamiere stirate). Le lamiere stirate, infatti, posseggono una linea molto resistente ma producono più luce tra una fessurazione e l’altra. Un modo questo per arrivare a fabbricare pannelli di dimensioni piuttosto ampie con un ottimo punto luce.

Questo tipo di materiale viene spesso utilizzato per fini pedonali, grazie alla grande resistenza del prodotto, ma può anche essere considerato una soluzione ottimale quando si vuole dividere alcuni ambienti della casa, per delimitare lo spazio personale di una scrivania rispetto a tutto il resto della casa, ad esempio.

Le lamiere forate, invece, possono risultare di ottima efficacia per migliorare la propria privacy rispetto agli ambienti esterni. La possibilità di poter sviluppare forature di diverse dimensioni garantisce ottimi risultati soprattutto quando si vogliono utilizzare del parapetti in metallo che consentano di mantenere la casa piuttosto isolata rispetto ad occhi indiscreti, ma anche di godere del vantaggio della luce naturale durante il giorno.

Questi due tipi di prodotto, la lamiera forata e la lamiera stirata, sono sempre più utilizzati negli ambienti casalinghi.

Molti architetti preferiscono questo tipo di materiale rispetto ad altre soluzioni a volte troppo pesanti ed ingombranti, oppure troppo costose, anche per via della loro flessibilità e facilità di lavorazione e di installazione.

L’utilizzo di lamiere forate e lamiere stirate è sempre più richiesto e più apprezzato. La molteplicità di impieghi di questi prodotti aiuta a creare lavori di sicura durata e di grande stabilità e risparmio.

LEAVE A REPLY