Quale Assicurazione scegliere per Ciclomotori 50cc

0
Quale Assicurazione scegliere per Ciclomotori 50cc

Alla stregua delle automobili i motorini propongono piani assicurativi distribuiti secondo i classici premi mensili, riferiti a una spesa calcolata in base alla cilindrata, il costo effettivo del mezzo e l’età dichiarata del proprietario.

A un’attenta panoramica finanziaria notiamo come sia concorrenziale il mercato in materia, sviluppando accorte proposte di polizza molto vantaggiose e convenendo per tariffe basse e interessi molto contenuti.

Un primo raffronto consentirebbe la compilazione di un preventivo, da attribuire alle necessità del richiedente, senza dimenticare i requisiti essenziali senza i quali il negozio decadrebbe all’istante.

Con la nuova normativa del 2004, infatti, è sorto l’obbligo del patentino per la guida di qualsiasi ciclomotore, senza il quale non verrebbe a convalidarsi la copertura assicurativa: difatti, in caso di sinistro, la compagnia esige un corrispettivo dei danni al soggetto non munito della carta, un costo che diventa più elevato se questi risulti essere un minorenne.
Con lo stesso sistema l’assicurato viene posto in una delle classi di bonus-malus, proprio come accade per le polizze auto. Un vantaggio in più è riconducibile alla durata di ciascun contratto, che può riferirsi anche a stipulazioni inferiori a un anno solare, ad esempio con scadenze trimestrali o semestrali, che di fatto alludono a un risparmio di oltre il 40%.
In caso di incidente stradale esiste una normativa molto chiara in proposito, che afferma il coinvolgimento della compagnia assicurativa solo se trattasi di rischi di responsabilità civile, in modo da ricoprire, a titolo di indennizzo, qualsiasi danno arrecato a terzi nella circolazione del mezzo.

La parte riconosciuta colpevole dell’accadimento dovrà obbligatoriamente procedere al rimborso dei danni, considerando tanto i soggetti quanto i veicoli lesi.

Il pagamento è disposto per il solo proprietario del ciclomotore, se invece al momento del fatto chi guidava era altro soggetto, su questi graverà una simile responsabilità: la disposizione decade se quest’ultimo dichiari di aver circolato senza avvalersi di una volontà propria.

Analogamente sono disponibili polizze furto, relative a una sottrazione totale o parziale del mezzo suddetto: ivi l’assicurazione inoltra il risarcimento in misura delle riparazioni occorrenti, escludendo eventuali modifiche come il cambio di un pezzo se a causa di degrado della cosa utilizzata.
Nel caso di distruzione o sottrazione completa del ciclomotore, il danneggiato verrà rimborsato del suo valore commerciale.

Fonte:http://www.assicurazionionline.com/polizze-assicurative-per-ciclomotori/

LEAVE A REPLY