TechCare: soluzioni hi-tech contro la sclerosi multipla

Gli iscritti al bootcamp di Genova cercheranno di risolvere i problemi, molto concreti, posti da Paula, Giacomo e Fernando. Una piccola iniziativa che non si limita a evidenziare la drammaticità di alcune malattie, ma, evidenziando le potenzialità delle nuove tecnologie, lancia la sfida ai grandi player

TechCare Dalla cura al prendersi cura: perché non ci sono solo diagnosi e terapia per le persone affette da sclerosi multipla, ma anche ascolto e soluzioni per migliorare le loro condizioni di vita quotidiana, anche grazie alle tecnologie.
Per mettere insieme questi bisogni e raccogliere nuovi stimoli e idee, Sanofi Genzyme – insieme a Talent Garden, piattaforma fisica per i talenti del digitale, e all’Associazione Italiana Sclerosi Multipla (AISM) – lancia “TechCare: dalla cura al prendersi cura”, il primo bootcamp di co-creazione di soluzioni per le persone che convivono con questa patologia cronica e progressiva.

L’evento si tiene a Genova e sfrutta la formula già ampiamente collaudata all’estero del bootcamp, letteralmente “campo pratica”: una giornata intensiva di lavoro collettivo per trovare idee da sviluppare in applicazioni pratiche e rispondere a particolari esigenze.
“TechCare” chiama a raccolta i bisogni spesso inespressi delle persone con sclerosi multipla, medici, infermieri, caregivers e li fa incontrare con startupper e professionisti del mondo del digitale. Una giornata per ascoltare, confrontarsi, condividere, generare innovazione. Una vera e propria maratona per dare vita a idee per possibili soluzioni, anche grazie alle possibilità offerte dalle tecnologie.
Obiettivo: individuare idee per rispondere a 3 sfide concrete, selezionate tra le centinaia postate da persone con sclerosi multipla sulla piattaforma della campagna europea “The World Vs MS”, promossa da Sanofi Genzyme. L’idea più innovativa verrà premiata con una serie di servizi di incubazione a Talent Garden Genova, un contatto costante con Sanofi Genzyme e la partecipazione alla Maker Faire Rome di metà ottobre.

Le tre sfide

Giacomo (Italia) – Giacomo e la moglie Silien amano viaggiare, ma la sclerosi multipla di Silien rende molto difficili i movimenti e limita in modo significativo la loro vita di coppia.

Fernando (Spagna) – Fernando ha ricevuto,12 anni fa, una diagnosi di sclerosi multipla che lo ha costretto ad andare anticipatamente in pensione a causa dei problemi quotidiani di continenza urinaria.

Paula (Spagna) – Paula è estremamente sensibile al freddo; ha provato di tutto, ma non riesce a tenere caldi i piedi. Per questo ha perennemente freddo e la sua qualità di vita è pesantemente compromessa.


In collaboration with:

ARTICOLI SIMILI

IoT-Health e il futuro della sanità

IoT-Health e il futuro della sanità

«IoT-Health è l’applicazione dell’Internet of Things per migliorare la salute dei cittadini. Gli ambiti applicativi sono numerosissimi, dai robot chirurgo alla telemedicina (ad es. attraverso wearables e implantables), passando per le stampanti 3D che creano tessuti e organi e tutti i...

L’Aperitivo delle cose. LIVE!

L'Aperitivo delle cose. LIVE!

A partire da fine febbraio 2016, IoEtv, il canale che parla di internet di *tutte* le cose, insieme a Cisco e Intel, organizza una serie di incontri che raccontano l’evoluzione del mondo interconnesso. Sono dieci tavoli imbanditi con esperti e sviluppatori, finanziatori e designer, legati al...

ConsIoT 2016: Is Your Smart Thermostat Yours?

Dopo qualche problema nella prima sessione siamo finalmente LIVE. Nei prossimi giorni caricheremo anche i primi due interventi. grazie per la pazienza. According to recent studies, consumer applications will drive the number of connected things. Integrated into the Internet and equipped...